venerdì 5 febbraio 2010

Veline 2, in prima serata su Rai e Mediaset a reti unificate


Ci risiamo, si rincorrono nuovamente le voci sulle candidature di ragazze provenienti dal mondo dello spettacolo nel PDL.
Anche se c'è da dire che la notizia l'ha data il Fatto Quotidiano (e quindi potrebbe essere, semplicemente, una delle tante notizie che servono a completare la foliazione che serve da giustificativo del prezzo); però poi c'è stata Sabbbrina Ferilli Ahò, che ha dichiarato la necessità di una "lista delle gnocche" che salvi il centrosinistra.
Bene; anziché stare zitti e lanciarsi qualche occhiata imbarazzata trattenendo una risata, la sinistra ha deciso di affrontare le dichiarazioni di Sabbbrina Ferilli Ahò.
Anziché avvicinarsi a lei e pisciarle con educazione sul vestito nuovo, la sinistra ha innalzato Sabbbrina Ferilli Ahò a nuovo intellettuale di sinistra.
Le dichiarazioni di Sabbbrina Ferilli Ahò, anziché somigliare ad un cespuglio di rovi che rotola senza meta nel deserto, spinto da un alito di vento, somigliano ad un uragano che scompiglia il Partito Democratico.
E parliamo di 'ste veline se ce n'è proprio bisogno:


La politica italiana è cambiata, c'è stato un prima un ora ed un durante.
La prima Repubblica, la DC, la politica distante, introversa ed incomprensibile, la Rai.
La fase di passaggio è stata quella del PSI, di Bettino Craxi, della Milano da Bere, gli anni '80, fino a Mani Pulite.
Poi c'è la politica di oggi: La seconda Repubblica, Forza Italia, Mediaset, la politica spettacolo. Ecco, oggi la politica la si fa come si fa la TV. Ci vuole gente preparata, ma deve anche piacere, non vanno più bene i politici imbalsamati.
Ma dato che nel mondo esistono donne e uomini, e la politica si fa come la TV, la conseguenza in Italia è che esistono solo due categorie: le fighe* ed i conduttori brillanti.
Può essere una scelta, una strategia, ma allora come mai Gasparri, che non è preparato né brillante, è così in alto nel PDL?
Certamente l'immagine conta nello spettacolo come nella politica, ma nel secondo caso forse pesano anche i favori personali e certe vecchie promesse.

*C'è anche una terza categoria: bruttine e stupidissime:




Iscrivetevi alla pagina Facebook per rimanere aggiornati ed avere contenuti extra. Instagram e Tumblr se preferite le figure, Youtube per i video, e qui se volete delle rubriche veramente strane.
Se non ti iscrivi ti migra l'occhio come succede alle sogliole, o a Gasparri.

Nessun commento:

Posta un commento

Dimmelo